Redazionali

Buono a Sapersi!
Una gamma completa per la concimazione di copertura del frumento, sempre più eco-friendly.

20/01/2021

Si amplia l’offerta di ILSA per la concimazione in copertura dei cereali, sia autunnali che primaverili. Accanto all’ormai “celebre” AZOSLOW N29, si aggiungono AZOSLOW N33 e AZOTIL S, due valide alternative da utilizzare a seconda della coltura e delle caratteristiche del terreno.
Colonna portante di tutti i concimi organo-minerali di ILSA rimane AGROGEL®, la matrice proteica registrata in legge come “gelatina idrolizzata per uso agricolo”. L’altissima efficienza di rilascio dell’azoto, tipica di questa matrice, grazie alla presenza di carbonio organico tutto estraibile (mineralizzato dalla microflora utile del suolo), unita all’azione complessante che i polipeptidi di AGROGEL® hanno nei confronti dell’azoto ureico e degli altri elementi nutritivi contenuti, rende AZOSLOW N29,

AZOSLOW N33 e AZOTIL S totalmente funzionali per l’obiettivo finale: aumentare la resa ad ettaro e le caratteristiche della granella, in termini di peso specifico e contenuto proteico.

Accanto ai vantaggi, puramente di tipo produttivo, vanno aggiunti i benefici per l’ambiente. La presenza di AGROGEL®, garantisce la totale assenza di perdite per lisciviazione e/o gasificazione dell’azoto e degli altri elementi contenuti. La cessione dell’azoto organico e di quello minerale complessato alla matrice proteica, è governata dai processi naturali di mineralizzazione da parte dei microrganismi del suolo che, di conseguenza, utilizzano il carbonio come fonte di energia liberando azoto ed altri elementi secondo le esigenze delle piante. Ecco perché questi formulati sono “eco-friendly”: concimano in maniera efficiente e rispettano l’ambiente evitando che l’azoto (in forma minerale) venga perso nelle falde o nell’aria.



Nel dettaglio, AZOSLOW N29 rimane nella sua “classica versione”, con il 29% di azoto totale, di cui il 5% organico ed il 24% ureico che, grazie alla complessazione con AGROGEL®, non viene perso per lisciviazione e quindi rimane per più tempo disponibile per le piante garantendo l’apporto azotato fino al riempimento della granella.
L’assenza di perdite e la cessione graduale dell’azoto caratterizza anche gli altri due formulati, in particolare AZOSLOW 33, in cui è stato aumentato il contenuto di azoto totale, pari al 33%, di cui il 6% di natura organica e il 27% ureica. Ciò consente di ridurre ulteriormente il dosaggio di applicazione garantendo comunque con un unico intervento, il supporto azotato per le piante.

Infine AZOTIL S con un contenuto totale di azoto del 25% (di cui 6% organico e 19% ureico), che unito al 20% di SO3 apporta zolfo che, soprattutto in terreni caratterizzati da pH alcalino o sub-alcalino (come la maggior parte dei suoli italiani), svolge un ruolo molto importante nel correggere il pH a livello della rizosfera permettendo così, l’assorbimento di fosforo e microelementi spesso “bloccati” dalle condizioni pedo-climatiche. La presenza di zolfo stimola inoltre la formazione degli amminoacidi solforati e delle proteine, migliorando il livello produttivo delle colture.

Tra i tre prodotti AZOTIL S è quello che più si adatta ad impieghi anche su altre colture, in particolare su colture arboree alla ripresa vegetativa.
Obiettivo comune dei tre concimi è quello di aumentare lo stay green delle piante, in modo da favorire un prolungato assorbimento di elementi nutritivi e di conseguenza l’aumento della resa finale, anche grazie al supporto verso la foglia “a bandiera”, una delle attrici principali del riempimento della granella, che deve mantenere il più a lungo possibile la sua capacità fotosintetica. L’applicazione in copertura (entro marzo – inizio aprile) su frumento ed altri cereali autunnali o in pre-semina e/o copertura su mais, riso ed altri cereali primaverili rimangono le modalità di utilizzo di questi tre prodotti per avere il massimo dell’efficienza.

E per chi opera in regime di agricoltura biologica?


ILSA propone FERTIL 10 che contiene il 70% di AGROGEL® e che apporta alle piante anche calcio e magnesio, fondamentali per aumentare l’efficienza fotosintetica e favorire l’irrobustimento dei tessuti vegetali. FERTIL 10 è una soluzione che, anche in agricoltura biologica, garantisce alte prestazioni per i cereali, annullando il divario con i prodotti utilizzati in convenzionale.