Redazionali

La base per una produzione viticola di qualità è il raggiungimento di un corretto equilibrio vegeto-produttivo. Cosa fare per ottenerlo?

Un vigneto con un equilibrio vegeto-produttivo corretto può esprimere al massimo il suo potenziale in aromi, colore e zuccheri.

15/03/2022

La ricerca dell’equilibrio tra la superficie fogliare attiva, da un punto di vista fotosintetico e la produzione di uva sta alla base di produzioni ottimali sia per qualità che per quantità. La fotosintesi è alla base di tutti i processi fisiologici delle piante e permette al vigneto di portare a termine in maniera corretta la formazione dei grappoli e la loro maturazione. In generale, una superficie fogliare scarsa o poco attiva, non riesce a produrre sufficienti energie al fine di supportare la produzione e porterà ad una riduzione della resa produttiva oltre che a un calo della qualità dell’uva. Al contrario, una superficie fogliare eccessivamente sviluppata sottrae energie ai grappoli, compromettendone la corretta formazione. In entrambi i casi il vigneto non è in grado di esprimere al massimo il suo potenziale in aromi, colore e zuccheri

Ma come possiamo intervenire con concimi e biostimolanti al fine di ottenere un equilibrio corretto?

Anzitutto è importante assicurarsi che la pianta abbia un giusto apporto di quegli elementi che hanno un ruolo fondamentale nelle attività di produzione di biomassa e divisione cellulare, come azoto, manganese e zinco. L’azoto gioca un ruolo fondamentale nell’accrescimento e nello sviluppo della vegetazione ed è consigliabile apportarlo nella forma a cessione modulata, frazionando l’apporto tra l’autunno e la primavera. Dopo esserci assicurati che la parete fogliare abbia una superficie soddisfacente è necessario lavorare sull’intensità dell’attività fotosintetica. Carenze di magnesio, ferro e azoto si presentano come clorosi e quindi vanno a ridurre in maniera sostanziale la superficie fogliare attiva.



Progress Micro (NPK 6-5-13 con MgO e SO3), con azoto tutto organico e un alto contenuto di sostanza organica, è il prodotto che soddisfa tutti i requisiti richiesti ed è ideale per applicazioni in post-raccolta o a fine inverno.

Esso va alternato con Fertil10, che consente di apportare un alto contenuto di azoto organico (10%), di carbonio organico (40%), di calcio (8%) e di magnesio (3%). Sono entrambi fertilizzanti a base della matrice Agrogel®, la gelatina idrolizzata per uso agricolo di produzione esclusiva ILSA, ammessa in biologico, prodotta tramite l’utilizzo di materie prime rinnovabili e con un processo naturale di idrolisi termo-barica altamente ecosostenibile.

Se necessario è possibile integrare la concimazione solida con quella liquida per via fogliare con Ilsamin MMZ, a base di azoto organico (4%), magnesio (2%), manganese (0,2%) e zinco (1%), e Class Fe G-Form, a base di azoto organico (2%) e ferro complessato (5,5%). Prodotti a base di Gelamin®, la matrice azotata composta da un’elevata concentrazione di amminoacidi e peptidi levogiri ottenuti per idrolisi enzimatica. Caratteristiche determinanti per aiutare a veicolare e metabolizzare gli elementi che vengono applicati con essa.

E con ritorni di freddo e gelate tardive?

Lo sviluppo corretto della parete fogliare, che avviene in primavera, può essere compromesso da ritorni di freddo e gelate tardive, che aumentano la competitività tra i germogli dello stesso capo a frutto e abbassano l’attività fotosintetica.

Questa è la fase di formazione di grappolini e rachide. La mancata gestione di questi stress porterà a una vegetazione disforme e all’aumento della compattezza dei grappoli. È possibile gestire queste criticità grazie all’utilizzo di IlsaVegetus, biostimolante di origine vegetale, risultato del programma Viridem® di ILSA, a base di idrolizzato enzimatico di Fabaceae, che regolarizza l’accrescimento dei germogli e del rachide del grappolo rispettando l’equilibrio vegeto produttivo conferito dalle idonee pratiche di concimazione.


Con i concimi e i biostimolanti sono assicurati un equilibrio vegeto-produttivo ottimale e uve ricche in aromi, colore e zuccheri. Per vedere e scaricare tutti i dettagli relativi ai nostri prodotti per la vite vai sul sito www.ilsagroup.com nella sezione Nutrizione o Biostimolazione o nella sezione Colture.

Registrandoti puoi scaricare documentazione tecnica, dossier di approfondimento, relazioni e risultati di ricerca e prove su campo, modalità di utilizzo dei prodotti e in genere tutto ciò che concerne la sfera della conoscenza agronomica.

Schede tecniche - Certificazioni - Dossier - Risultati di campo e altri approfondimenti