PROGRESS MICRO

NPK 6.5.13   

CONTIENE AGROGEL®

Cos’è?

PROGRESS MICRO è un fertilizzante pellettato ricco in Azoto proteico, Fosforo, Potassio e Magnesio a cessione modulata.


PROGRESS MICRO apporta matrice organica “AGROGEL®” ricca in Azoto proteico e Carbonio organico in forma totalmente biodisponibile per la microflora del suolo. La presenza di “AGROGEL®” assieme all’altissima qualità delle materie prime selezionate e complessate favoriscono un rilascio modulato degli elementi nutritivi, riducendo i fenomeni di lisciviazione e di retrogradazione e rendendo disponibili gli elementi nutritivi durante l’intero ciclo colturale delle piante.


Come si usa?

PROGRESS MICRO può essere impiegato durante la ripresa vegetativa o in post-raccolta di colture frutticole ed arboree ed in pre-semina o pre-trapianto di colture orticole ad elevati standard qualitativi.


Quali benefici comporta?

  • Alto contenuto in Potassio ideale per le colture ad alto reddito;
  • aumenta le caratteristiche organolettiche di frutta e ortaggi;
  • migliora la fertilità biologica del suolo;
  • zero perdite per lisciviazione e/o volatilizzazione.

A base di
CONFEZIONI
25 - 500 kg
FORMULAZIONE
Solidi - Pellet - 4 mm
Richiedi Informazioni
COMPOSIZIONE
  • Azoto (N) Totale 6 %
    • Di cui: Azoto (N) Organico 6 %
  • Anidride Fosforica (P2O5) totale 5 %
  • Ossido di Potassio (K2O) solubile in acqua 13 %
  • Ossido di Magnesio (MgO) totale 2 %
  • Anidride Solforica (SO3) solubile in acqua 10 %
  • Carbonio (C) Organico 18 %
  • Sostanza Organica 43 %
Dosi e modalità d'impiego del fertilizzante
    • Tutte
      800-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa e/o Post-raccolta

      In copertura o interrato

    • Albicocco
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      Interrato
    • Ciliegio
      500-800 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      Interrato
    • Mandorlo
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

    • Nettarina
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      Interrato
    • Pesco
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      Interrato
    • Susino
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa
      Interrato
    • Actinidia (kiwi)
      600-800 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

    • Patata
      800-1000 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Tutte
      500-700 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

    • Cocomero
      500-800 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Fragola
      500-800 kg/ha
      Preparazione del terreno

      In copertura o interrato

    • Melanzana
      600-800 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Melone o Popone
      500-800 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Peperone
      600-800 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Pomodoro
      600-800 kg/ha
      Pre-semina - Pre-trapianto

      In copertura o interrato

    • Tutte
      500-1000 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

    • Uva da Tavola
      700-900 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

    • Uva da vino
      500-800 kg/ha
      Ripresa vegetativa

      In copertura o interrato

I dosaggi sono da ritenersi puramente indicativi e possono variare in funzione delle condizioni pedoclimatiche e delle rese medie attese.

 
LEGENDA ICONE
Il logo Agricoltura Biologica ILSA certifica che il fertilizzante può essere impiegato in agricoltura biologica.
Il Marchio di Qualità conferito da Assofertilizzanti in accordo con l’ICQRF (Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari) certifica la rispondenza dei fertilizzanti all’etichetta posta sulla confezione e alle normative di legge, eseguendo prelievi a campione sui prodotti commercializzati.
La presenza di cloro nel terreno può avere aspetti indesiderati per lo sviluppo di alcuni apparati radicali. Quantità eccessive di cloro nel terreno possono comportare problemi di salinità, oltrechè risultare nocive per la microflora che vive nelle soluzioni circolanti del terreno. Il marchio Basso Tenore di Cloro certifica che il concime ha un titolo in cloro al di sotto del limite massimo ammesso del 2% e non rappresenta pericolo per le colture.