Tappeti Erbosi Estivi

Breve descrizione:

Il periodo ideale per creare un tappeto erboso è l'autunno, in quanto la terra lavorata ed esposta al gelo invernale è pronta per essere sistemata ad accogliere le semine. Le essenze utilizzabili sono svariate ma in genere si preferiscono le graminacee, in particolare varie specie di Festuca, Poa, Agrostis e Lolium perenne.

Altre essenze sono dette marcoterme e si adattano per tappeti estivi, quali le Panicaceae, Andropogoneae, Zoysia e Cynodon.


Irrigazione: per un tappeto erboso occorrono dai 300 ai 700 litri al giorno per 100 mq di superficie. E’ evidente che per mantenere un bel prato verde, è necessario sia un impianto fisso che una subirrigazione.


Concimazione:

Prima della semina, è opportuna una concimazione organica a base di azoto e fosforo, che agevolano la germinazione dei semi. Ogni 30 giorni di crescita, poi, sono necessari 0,4-0,7 kg/100 m² di azoto.

In pre-impianto, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto e carbonio organici. L’azoto non è soggetto a perdite per lisciviazione e volatilizzazione, per cui questi concimi rispettano l’ambiente e riducono gli sprechi economici. La complessazione degli altri meso e microelementi alla matrice proteica consente una cessione progressiva e modulata, completamente naturale, che prolunga la disponibilità per le piante anche di fosforo, potassio, ferro, zolfo, limitando i fenomeni di immobilizzazione nel suolo.


Per via fogliare, intervenire con i concimi a base di GELAMIN® e biostimolanti di origine vegetale del programma VIRIDEM®. Matrici esclusive ottenute con processi esclusivi, l’idrolisi enzimatica e l’estrazione in CO2 Supercritica, che consentono di avere alti contenuti di azoto organico e di amminoacidi in forma prevalentemente levogira e di estrarre efficacemente le molecole ad azione biostimolante, come triacontanolo, vitamine, composti fenolici ed altre molecole bioattive. Gli amminoacidi, l’azoto e gli altri elementi assorbiti rapidamente, insieme ai composti ad azione biostimolante, favoriscono un’azione nutritiva e anti-stress. La stabilità delle matrici, la bassa salinità e il pH consentono la miscibilità con altri prodotti, anche fitofarmaci.