ILSASTIM+

Benefici
  • Ha azione radicante e permette di superare lo stress da trapianto.
  • Aumenta la resa e la qualità delle colture orticole.
  • Consente di ridurre l’accumulo di nitrati in foglie e frutti.

BIOSTIMOLANTE

Cos’è?

ILSASTIM+ è un biostimolante vegetale a base di idrolizzato enzimatico di Fabaceae. Contiene Triacontanolo di origine totalmente naturale, composti solforati e amminoacidi liberi levogiri di origine vegetale, che consentono di avere molteplici effetti positivi sulle piante.


Cosa fa?

La presenza di composti estratti attraverso l’esclusivo processo di idrolisi enzimatica FCEH® consente ad ILSASTIM+ di stimolare anzitutto lo sviluppo radicale e vegetativo di giovani piantine. Inoltre, ILSASTIM+ stimola l’aumento della biomassa vegetale e incrementa l’azione degli enzimi che regolano l’utilizzo dell’Azoto assorbito (Nitrato reduttasi, Nitrito reduttasi, GS e Gogat) riducendo l’eccesso di nitrati nei tessuti vegetali, aspetto fondamentale per le orticole da foglia e di IV gamma. L’azione positiva sulla fotosintesi, unita all’apporto di Amminoacidi e molecole attive permette a ILSASTIM+ di migliorare anche la qualità della produzione finale.


Come si usa?

ILSASTIM+ si adatta specificatamente alle esigenze delle colture orticole. Applicato in fertirrigazione, a basse dosi e a partire da 8-10 giorni dopo la semina/trapianto, ILSASTIM+ funziona come un vero e proprio “radicante”. Applicato per via fogliare, sia durante le prime fasi vegetative che durante lo sviluppo dei frutti o della biomassa vegetale, ILSASTIM+ migliora la resa e la qualità della produzione finale, in particolare per le orticole da frutto e da foglia, e aumenta la resistenza agli stress climatici.

Programma
CONFEZIONI
1 - 5 KG
FORMULAZIONE
Liquidi - Fertirrigazione, Liquidi - Fogliare
Richiedi Informazioni
Caratteristiche fisiche
  • LIQUIDO COLORE BRUNO
  • pH 5,0 ± 0,5
  • DENSITA' 1,15 ± 0,02 kg/dm3
  • CONDUCIBILITA' E.C. 1,60 ± 0,20 dS/m
COMPOSIZIONE
  • Azoto (N) Totale 1 %
    • Di cui: Azoto (N) Organico 1 %
  • Amminoacidi Totali 6 %
  • Amminoacidi Liberi 1,5 %
  • Carbonio (C) Organico 10 %
  • Anidride Solforica (SO3) totale (mg/kg) 6000 
  • Triacontanolo di origine naturale (mg/kg)
Contiene in particolare
  • IDROLIZZATO ENZIMATICO DI FABACEAE
Sostanze caratterizzanti
  • TRIACONTANOLO DI ORIGINE VEGETALE, AMMINOACIDI DI ORIGINE VEGETALE, COMPOSTI SOLFORATI, ESTRATTI VEGETALI

Azioni delle sostanze caratterizzanti

Efficienza della fotosintesi Stimolo della distensione cellulare
TRIACONTANOLO DI ORIGINE VEGETALE
AMMINOACIDI LIBERI DI ORIGINE VEGETALE  
COMPOSTI SOLFORATI ED ALTRI ESTRATTI VEGETALI
Dosi e modalità d'impiego del fertilizzante
    • Batata (Patata Dolce)
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Carrubo
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Cece
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Fagiolino
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Fagiolo
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Fava
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Lenticchia
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Patata
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Pisello
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Cavolfiore
      1,5-2 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Cetriolo da mensa/ da sottaceti
      0,3-0,4 kg/1.000 m2
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Cocomero
      0,3-0,4 kg/1.000 m2
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Fragola
      0,3-0,4 kg/1.000 m2
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Melanzana
      2-2,5 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Melone o Popone
      2-2,5 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Peperone
      2-2,5 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Pomodoro
      2-2,5 kg/ha
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Zucchino
      0,3-0,4 kg/1.000 m2
      3-4 applicazioni ogni 10-12 giorni a partire da 15 giorni dopo il trapianto
    • Basilico
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Bietola da costa
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Broccoletto di Rapa
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Carciofo
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Cavolo Cappuccio
      1,5-2 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Cavolo di Bruxelles
      1,5-2 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Cavolo verza
      1,5-2 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Cicoria
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Indivia (riccia e scarola)
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Lattuga
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Prezzemolo
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Radicchio
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Rucola
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Spinacio
      2,5 - 3 kg/ha
      4-5 applicazioni ogni 8-12 giorni a partire da una settimana dopo il trapianto
    • Colture Floreali e Ornamentali
      1 kg/1500 m2
      2-4 applicazioni ogni 8-10 giorni in pieno sviluppo vegetativo
    • Tappeti Erbosi Estivi
      1 kg/1500 m2
      2-4 applicazioni ogni 8-10 giorni in pieno sviluppo vegetativo
    • Tappeti Erbosi Intensivi
      1 kg/1500 m2
      2-4 applicazioni ogni 8-10 giorni in pieno sviluppo vegetativo
    • Vivai Ornamentali e Forestali
      1 kg/1500 m2
      2-4 applicazioni ogni 8-10 giorni in pieno sviluppo vegetativo

La dose indicata nella tabella è calcolata considerando un volume di adacquamento di circa 500-600 litri di acqua per applicazione. I dosaggi riportati sono da ritenersi puramente indicativi e possono variare in funzione delle condizioni pedoclimatiche e delle rese medie attese.

 
LEGENDA ICONE
Il marchio Powered by VIRIDEM® certifica che il prodotto è stato sviluppato seguendo il programma VIRIDEM® finalizzato allo sviluppo di biostimolanti naturali a base vegetale.
Il logo Agricoltura Biologica ILSA certifica che il fertilizzante può essere impiegato in agricoltura biologica.
Il logo Foliar Fertilizer evidenzia i prodotti da somministrare per via fogliare che si caratterizzano per la sicurezza d'impiego, per il basso peso molecolare e per la presenza di amminoacidi in forma prevalentemente levogira.
Il marchio Fertigation evidenzia i prodotti specifici per fertirrigazione che si caratterizzano per la purezza, per la presenza di amminoacidi in forma prevalentemente levogira e per la facilità di impiego.
Prodotti che contengono matrici di origine vegetale ottenute per idrolisi e/o estrazione da fabaceae, lieviti, zuccheri, alghe,  ecc.