Redazionali

Buono a Sapersi!
Uva da tavola: il momento della resa dei conti!

30/08/2019

Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio. Un proverbio antichissimo che oggi è più che mai attuale in agricoltura, in particolare per chi produce uva da tavola. Ma di chi è meglio non fidarsi? Del clima!

Dopo un mese di maggio che ha tenuto tutti in apprensione, a causa di continue piogge e temperature molto al di sotto delle medie stagionali, finora l’estate ha consentito condizioni ottimali di sviluppo dei grappoli e il raggiungimento di un buon calibro un po’ dappertutto. Terminata ormai la fase di ingrossamento per gran parte delle varietà, si iniziano a chiudere i tendoni e si pensa già alla fase di maturazione dell’uva, per cui si cominciano a predisporre le ultime fertirrigazioni e applicazioni fogliari.


L’obiettivo è quello di favorire l’aumento del grado zuccherino dell’uva, l’uniformità di colorazione (in particolare per le varietà a bacca nera) ma non bisogna tralasciare altri importanti indici qualitativi, come la croccantezza e soprattutto l’integrità degli acini.
Proprio quest’ultimo fattore è quello sul quale bisogna fare maggiore attenzione. Il clima bizzarro, tipico di agosto, non deve vanificare quanto di buono fatto finora. Per consentire una maturazione regolare e contemporaneamente, il mantenimento di una buona integrità dei grappoli, ILSA consiglia l’applicazione delle sua specialità nutrizionali e dei suoi biostimolanti naturali che da un po’ di anni dimostrano regolarmente la loro efficacia.

















ETIXAMIN BIO-K
e ILSAMIN CaMg sono due specialità nutrizionali, a base di Gelamin® (gelatina idrolizzata fluida per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto organico e amminoacidi da idrolisi enzimatica), che, applicate a partire da subito in fertirrigazione, in dosaggi rispettivamente di 10-15 kg/ha e 4-5 kg/ha, consentono di perfezionare la fase finale di ingrossamento degli acini e di passare alla fase di maturazione in maniera più agevole, limitando la permanenza di acini “crudi”.



Per via fogliare, ILSA consiglia l’impiego di ILSAKOLORADO (3-4 kg/ha) e ILSAMIN CaMg (2-3 kg/ha), per almeno due applicazioni. Questi due prodotti, oltre a favorire l’uniformità di colorazione, l’aumento del grado zuccherino e la maggiore resistenza ad eventuali spaccature, consentono anche la “pulitura” degli acini (grazie all’azione coformulante di Gelamin®) e quindi una maggiore lucentezza dell’uva.



Infine, se l’obiettivo è di mantenere l’uva sulla pianta ancora a lungo, ecco l’ultimo asso nella manica: si chiama ILSADURADA ed è un biostimolante, completamente di origine vegetale, nato proprio con l’obiettivo di aumentare la shelf-life dell’uva da tavola.

Grazie al suo alto contenuto di triacontanolo di origine naturale, polifenoli ed altre sostanze ad azione antiossidante, ILSADURADA rallenta il deperimento dell’uva agendo a livello fisiologico. Applicato insieme a ILSAKOLORADO e ILSAMIN CaMg, fornisce un’ulteriore garanzia sulla qualità finale, in quanto rallenta la perdita di acqua all’interno dell’acino e favorisce l’ispessimento della buccia.




banner_piano_intervento

banner_piano_intervento