Redazionali

Buono a Sapersi!
Aumentare la resa in olio nelle olive

23/11/2019

Si conclude un un’altra stagione per l’olivo che, come lo scorso anno, ha fatto contenti gli agricoltori di alcune zona d’Italia e meno altri. Dopo l’anno orribile per gli olivicoltori pugliesi, con rese bassissime, dovute alla primavera 2018 caratterizzata da sbalzi termici e precipitazioni che hanno provocato seri problemi di fioritura e allegagione, quest’anno è toccato ad altre zone, in particolare della Sicilia. Ma ciò non deve scoraggiare, anzi. Il lento ma efficace recupero degli olivi in Puglia ha portato un riassestamento vegetativo e buone produzioni già nell’annata 2019. E con i prezzi dell’olio molto incoraggianti, ci si augura una stagione positiva per tutto il comparto olivicolo.


ILSA conosce bene le esigenze degli olivicoltori e, da alcuni anni, mette in campo tutta la sua esperienza e i risultati del suo dipartimento di ricerca. Nella primavera del 2019, chi ha utilizzato i concimi al suolo a base di Agrogel®, come Elenne Micro Olivo, Progress Micro o Fertil, e concimi e biostimolanti fogliari come Ilsamin MMZ, Ilsamin N90, e IlsaC-on, ha visto una ripresa vegetativa incredibile dei propri olivi, che si pensavano ormai pregiudicati irreversibilmente dal punto di vista fisiologico.


La collaborazione con la Cooperativa Oleificio di Acquaviva delle Fonti (BA) e di altre aziende del Sud-Barese testimoniano gli ottimi risultati ottenuti anche quest’anno. Ma non è ancora finita. Nonostante ci si appresti alle operazioni di raccolta, si può ancora incidere su alcuni fattori della produzione finale. Infatti, una volta terminato lo sviluppo delle olive, è la resa in olio che stabilirà il valore della produzione finale e potrà consentire un guadagno maggiore. 

In questa fase, ILSA raccomanda l’uso di IlsaC-on, Ilsamin Calcio, IlsaKolorado e Ilsactive Finale, concimi e biostimolanti da applicare per via fogliare o in fertirrigazione che consentono svariati benefici, in termini di resa in olio, qualità e riduzione dei costi di raccolta (meccanica in particolare). Il ruolo sia nutrizionale che biostimolante per l’olivo permette di apportare sia gli elementi nutritivi che le sostanze ad azione specifica necessarie in questa fase.



IlsaC-on
, a base di Idrolizzato Enzimatico di Fabaceae, è un biostimolante che migliora sia il benessere delle piante che la resa in olio, stimolando direttamente la fase di inolizione (formazione dell’olio nelle olive). IlsaKolorado, Ilsactive Finale e Ilsamin Calcio apportano amminoacidi, peptidi e gli elementi essenziali per le fasi finali di maturazione: il calcio per favorire l’integrità delle olive e scongiurare marcescenze e successivi irrancidimenti dell’olio, lo zolfo che entra direttamente nella sintesi degli acidi grassi e, quindi, nella formazione dell’olio.

Infine, amminoacidi, potassio e polisaccaridi, che regolarizzano le fasi di maturazione e la traspirazione nelle ultime fasi. Ciò consente anche di influenzare le attività enzimatiche responsabili della sintesi di altri amminoacidi e degli acidi fenolici nell’oliva, oltre che favorire l’aumento dei polifenoli totali, che migliorano le caratteristiche organolettiche e la conservabilità nel tempo dell’olio.