Mais

Concimazione:
Il mais più di altre colture risponde al meglio alla disponibilità di concimi ad alta efficienza (i nutrienti disponibili progressivamente, secondo le esigenze della coltura) e si avvantaggia della disponibilità di sostanza organica. Per produrre 100 kg di granella secca si stima che la coltura asporti, tra granella e parti vegetative, le seguenti quantità di macroelementi:
Azoto: 2,5 kg, Fosforo 1,2 kg, Potassio 2,0 kg.


In terreni di buona fertilità, tenendo conto delle dotazioni di fondo, vanno previste le seguenti concimazioni:
- Azoto: 250-300 kg/ha
- Fosforo: 80-120 kg/ha
- Potassio: 50-100 kg/ha

In pre-semina ed in copertura, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto e carbonio organici. L’azoto non è soggetto a perdite per lisciviazione e volatilizzazione, per cui questi concimi rispettano l’ambiente e riducono gli sprechi economici. La complessazione degli altri meso e microelementi alla matrice proteica consente una cessione progressiva e modulata, completamente naturale, che prolunga la disponibilità per le piante anche di fosforo, potassio, ferro, zolfo, limitando i fenomeni di immobilizzazione nel suolo. Con soli due interventi, viene soddisfatto tutto il fabbisogno nutrizionale della coltura, aumenta la resa produttiva e la qualità della granella.


Per via fogliare, intervenire con i concimi a base di GELAMIN®, gelatina idrolizzata fluida per uso agricolo, ottenuta con un processo esclusivo, l’idrolisi enzimatica, che consente di avere un alto contenuto di azoto organico e di amminoacidi in forma levogira. Questi concimi vengono rapidamente assorbiti per via fogliare e svolgono una doppia funzione, nutritiva e biostimolante, favorendo un ottimale sviluppo vegetativo, un’azione anti-stress e aumentando la qualità finale della granella, in termini di contenuto proteico e peso specifico. La stabilità della matrice, la bassa salinità e il pH consentono la miscibilità con altri prodotti, anche fitofarmaci, per cui l’applicazione può essere effettuata in occasione dei diserbi o dei trattamenti fungicidi e insetticidi.

 

Clicca sull'immagine per vedere quanti ettari sono coltivati in Italia