Cetriolo da mensa/ da sottaceti

Nome Botanico: Cucumis Sativus

Famiglia: Cucurbitaceae


Breve descrizione:

pianta annuale a fusto rampicante. Il frutto è cilindrico di colore verde, munito di piccole protuberanze terminanti con una papilla rugosa di colore scuro.

Periodo di fioritura: il cetriolo fiorisce in estate, circa tre mesi dopo la semina che avviene in aprile-maggio.

Area di origine: Asia sub tropicale, America meridionale.


Accorgimenti e cure:

  • Esposizione e luminosità: in pieno sole o in mezz'ombra ma esposto per la maggior parte delle ore al sole.
  • Temperatura: temperature ottimali intorno ai 25 - 28 °C.
  • Irrigazione: è una pianta che va molto curata e innaffiata abbondantemente a causa del suo alto contenuto di acqua. Irrigazioni scarse tendono a dare frutti con polpa più legnosa e sapore più amarognolo.

Avversità:

Piccoli consigli: pianta che soffre molto gli stress idrici. I fusti erbacei tendono ad invadere lo spazio, per tanto è opportuno farlo crescere su tutori, graticci o fili metallici.


Curiosità:

  • Medicina: risultano essere poco calorici, quindi molto usati nelle cure dimagranti.
  • Cucina: il cetriolo si può consumare crudo o cotto.
 

Concimazione:

In pre-semina o pre-trapianto, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto e carbonio organici. L’azoto non è soggetto a perdite per lisciviazione e volatilizzazione, per cui questi concimi rispettano l’ambiente e riducono gli sprechi economici. La complessazione degli altri meso e microelementi alla matrice proteica consente una cessione progressiva e modulata, completamente naturale, che prolunga la disponibilità per le piante anche di fosforo, potassio, ferro, zolfo, calcio limitando i fenomeni di immobilizzazione nel suolo. Con i concimi a base di AGROGEL®, viene soddisfatto tutto il fabbisogno nutrizionale della coltura, aumenta la resa produttiva e la qualità del raccolto.


Per via fogliare ed in fertirrigazione, intervenire con i concimi a base di GELAMIN® e biostimolanti di origine vegetale del programma VIRIDEM®. Matrici esclusive ottenute con processi esclusivi, l’idrolisi enzimatica e l’estrazione in CO2 Supercritica, che consentono di avere alti contenuti di azoto organico e di amminoacidi in forma prevalentemente levogira e di estrarre efficacemente le molecole ad azione biostimolante, come triacontanolo, vitamine, composti fenolici ed altre molecole bioattive. Gli amminoacidi, l’azoto e gli altri elementi assorbiti rapidamente, insieme ai composti ad azione biostimolante, favoriscono un’azione nutritiva, anti-stress e migliorano i parametri qualitativi della produzione finale. La stabilità delle matrici, la bassa salinità e il pH consentono la miscibilità con altri prodotti, anche fitofarmaci, per cui l’applicazione può essere effettuata in occasione dei trattamenti antiparassitari.

 

Clicca sull'immagine per vedere quanti ettari sono coltivati in Italia

Ti Potrebbe interessare